Pays partenaires :

accueil site > Erasmus+ partenariato > Giardino senza frontiere. Una scuola per lo slivuppo di competenze chiave (...) > Alla scuola del giardino. Mobilità di formazione nei giardini (...) > 16-20 ottobre 2018 Granada, Spagna. 3a mobilità di formazione del (...)

16-20 ottobre 2018 Granada, Spagna. 3a mobilità di formazione del partenariato + giardino senza frontiere, una scuola per sviluppare le competenze chiave in Europa.
lunedì 21 Ottobre 2019
Version imprimable de cet article Versione stampabile

JPEG - 149.5 Kb

La terza mobilità formativa organizzata dai partner spagnoli si svolge a Granada, in Spagna. I partecipanti sono professori associati alle cinque organizzazioni partner del progetto, 10 studenti dai 17-18 anni presso l’Agrupamento de Escolas Joao de Deus a Faro, in Portogallo e 2 giovani adulti di età compresa tra 17 e 18 anni iscritti all’Associazione Acquamarina di Trieste, Italia.

Descrizione dell’alloggio e del luogo di incontro

JPEG - 89.7 Kb

Per svolgere il programma di attività, abbiamo scelto la residenza universitaria della Corrala de Santiago, un edificio storico recentemente rinnovato, situato nel centro storico della città, che ci ha permesso di accogliere i partecipanti (formatori e studenti) e tenere le sessioni di lavoro, in una sala riunioni dello stesso edificio. Questa strategia è stata progettata per facilitare la coesistenza e creare un senso di comunità, consentendoci nel contempo di ottimizzare i tempi di consegna e ridurre le distanze percorse per attività esterne.

Sessione inaugurale e trasmissione dell’incontro.
Il programma di attività era stato precedentemente annunciato ai media attraverso il servizio stampa dell’Università di Granada, che ha riguardato la cerimonia di apertura e, durante il periodo dell’incontro, ha proposto il notizie sulla copertina del suo sito web. Le informazioni sono state inoltre trasferite al servizio stampa del Consiglio comunale di Granada e del Parco scientifico, che ha fornito informazioni sulle rispettive pagine Web.
La sessione inaugurale dell’incontro è stata presieduta dal Vice Cancelliere dell’Università, D. Víctor Medina Flórez, durante la sessione di lavoro tenutasi a Carmen de los Mártires, José Vallejo Prieto, Direttore Generale della Cultura della città di Granada e, durante la sessione tenutasi presso il Science Park, la signora Guadalupe de la Rubia Sánchez e la signora Isabel López Santos, responsabili del Dipartimento di educazione del Parco scientifico.

Esposizione
Durante le giornate dedicate alla mobilità, è stata organizzata una mostra presso la residenza universitaria di Corrala de Santi e una mostra di opere artistiche (disegni e ceramiche) relative alle attività svolte nell’ambito del progetto e realizzate dal studenti dell’IES Escultor Sánchez Mesa Otura (Granada) che hanno lavorato intensamente al nostro progetto. La mostra coordinata dai professori Carmen Casas Úbeda e Maria Silvia Cañete Romero è stata visitata da oltre 100 persone.

Progettazione del programma di lavoro.
Il programma di lavoro è stato progettato combinando sessioni preparatorie nella sala riunioni di Corrala de Santiago, lavoro sul campo in vari giardini dell’Alhambra e dintorni, visite al parco scientifico e sessioni di lavoro Laboratorio sperimentale, nel Dipartimento di Botanica della Facoltà di Farmacia dell’Università di Granada.
Volevamo sfruttare il valore educativo dei giardini dell’Alhambra, probabilmente una delle migliori collezioni di giardini al mondo, che, in un piccolo spazio, copre un arco temporaneo che copre il Medioevo fino ad oggi con eccellenti esempi di periodi manieristici, romantici, regionalisti, d’avanguardia e attuali che consentono di conoscere le differenze estetiche e botaniche caratteristiche di ogni epoca e imparare a leggere le sopravvissute e le trasformazioni di questi spazi nel tempo.

Sintesi delle attività svolte
A causa del maltempo che abbiamo avuto durante la settimana lavorativa, siamo stati costretti a regolare nuovamente l’ordine del programma iniziale in base alle previsioni meteorologiche, anche se fortunatamente questo non ha comportato la perdita di nessuno dei attività di formazione programmate.

16 ottobre 2018
Dopo l’inaugurazione ufficiale da parte delle autorità accademiche, è stata dedicata la prima sessione di lavoro mattutina
- la presentazione di esperienze di insegnamento relative al progetto condotto presso IES Escultor Sánchez Mesa dai professori Carmen Casas beda e Silvia Cañete Romero, i cui lavori provengono dalla suddetta mostra.
- Presentazione del Prof. Aline Rutily dell’applicazione "Notebook da giardino virtuale".

PNG - 1 Mb

Siamo poi andati nel giardino della Fondazione Rodríguez-Acosta, un giardino all’avanguardia della cultura etichettato "Di interesse culturale", situato sulla collina dell’Alhambra, dove abbiamo fatto un tour alla scoperta guidato da Professori José Tito Rojo e Manuel Casares Porcel. Abbiamo sperimentato studenti e insegnanti su alcune questioni chiave relative all’interpretazione delle strutture del giardino e al comportamento biologico delle piante.
La sessione pomeridiana è consistita in una serie di seminari nel Parco scientifico di Granada, dove il capo del dipartimento dell’Istruzione e delle attività, sig.ra Guadalupe di Rubia Sánchez, ha sviluppato le opportunità educative dal parco, attraverso le sue strutture, tra cui il Biodomo, il Mariposario e i giardini didattici all’aperto.

17 ottobre 2018
La giornata è stata dedicata al lavoro sul campo nei giardini.
Al mattino, siamo andati all’Alhambra, dove siamo stati ricevuti dal capo del dipartimento giardini e foreste dell’Alhambra e del Consiglio di vigilanza del Generalife. I professori Manuel Casares Porcel e José Tito Rojo hanno quindi affrontato gli aspetti principali dell’interesse botanico, paesaggistico e storico dei giardini del complesso. Alla fine della mattinata, l’esercitazione pratica "El Jardín y el Tiempo" si è svolta presso il Patio de l’Acequia del Generalife, uno dei giardini più antichi, per il quale ci è stato permesso di accedere a un’area privata. L’esercizio, che riproduce una delle tecniche utilizzate nello studio storico dei giardini, consisteva nel ricostruire la sequenza di trasformazioni che avvengono nel giardino da una serie di immagini stampate in formato A3 per un periodo di si estende dall’inizio del XIX secolo ai giorni nostri. Questi documenti sono stati distribuiti in modo "disordinato" a ciascun gruppo di partecipanti. L’obiettivo è incoraggiare lo studente
- percepire le trasformazioni dei giardini a causa delle modalità, delle condizioni ambientali e della crescita delle piante,
- comprendere che, contrariamente ad altre manifestazioni artistiche, i giardini sono elementi mutevoli.

La sessione pomeridiana si è svolta presso la Carmen de los Mártires, un giardino storico di 7 ettari, etichettato "Di interesse culturale" e di proprietà della città di Granada. Durante la sessione di lavoro, si è unito a noi José Vallejo Prieto, direttore generale della cultura della città di Granada.
Il lavoro sul campo è consistito nell’utilizzare la "Guida interattiva di alberi, arbusti e rampicanti della Carmen de los Mártires (Granada)", uno strumento online sviluppato appositamente per il progetto Giardino senza frontiere dai professori Pierluigi Nimis di Università di Trieste, Manuel Casares Porcel e José Tito Rojo dell’Università di Granada. Lo strumento, aperto al pubblico, è disponibile come parte dell’applicazione gratuita "Key to Nature"; può essere utilizzato come mezzo di identificazione online che consente anche una formazione botanica sufficiente, grazie alla disponibilità di centinaia di immagini. È quello di identificare secondo la stessa metodologia utilizzata comunemente nella ricerca botanica su alberi, arbusti e viti presenti nel giardino. Lo scopo per cui è stato sviluppato lo strumento è duplice poiché consente all’utente
- acquisire familiarità con la struttura delle piante e la terminologia botanica delle immagini
- identificare con il loro nome scientifico le specie del luogo. Durante la visita, abbiamo distribuito a studenti e insegnanti una raccolta di campioni d’acqua provenienti dalle fontane del giardino per il giorno successivo, preparandoci per l’attività di laboratorio consistente in uno studio microscopico dei vivi in una goccia d’acqua. acqua.

18 ottobre 2018
La giornata è stata dedicata alle attività di laboratorio svolte presso il Dipartimento di Botanica della Facoltà di Farmacia.

JPEG - 94.3 Kb

Al mattino l’attività è stata preparata dai membri dell’Orto Botanico di Padova, attraverso una presentazione della professoressa Mariacristina Villani e del professor Manuel Casares su "La vita in una goccia d’acqua" che mira a scoprire la diversità flora biologica di sorgenti e corsi d’acqua dolce. I partecipanti hanno osservato le diverse forme di vita trovate nei campioni d’acqua raccolti durante la visita del giorno precedente alla "Carmen de los Mártires".

Nel pomeriggio sono state sviluppate due attività proposte dal team dell’associazione Acquamarina de Trieste. La prima è stata una presentazione del professor Alessandro Logar dell’Università di Trieste sul ruolo della matematica, della geometria e dei frattali nella gestione delle strutture delle piante.

JPEG - 60.7 Kb

Annamaria Castellan ha quindi condotto un laboratorio fotografico in cui sono state sperimentate tecniche di contatto fotografico per riprodurre forme vegetali.

19 octobre 2018
I professori José Tito e Manuel Casares hanno presentato il Giardino Botanico dell’Università di Granada. Un laboratorio dedicato alla produzione di testi e immagini per costruire un "quaderno da giardino", è stato poi sviluppato da giovani e insegnanti, condotto in giardino, dalla professoressa Aline Rutily.

JPEG - 141.1 Kb

L’après-midi a été consacré à l’approche du centre historique de la ville de Grenade.
20 octobre 2019
Durante la sessione mattutina, la revisione della mobilità è stata condotta nella sala riunioni Corrala de Santiago, con una partecipazione molto attiva di insegnanti e studenti, scambiando le loro esperienze e valutando i contenuti e metodologie con esperienza.
Nel pomeriggio, la cerimonia di chiusura della mobilità ha avuto luogo nei giardini di Carmen de la Victoria.

José Tito Rojo, curatore dell’Orto Botanico dell’Università di Granada
Manuel Casares Porcel, direttore dell’Orto Botanico dell’Università di Granada

Commenti
    Non vi sono commenti

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)