Pays partenaires :

accueil site > Erasmus+ partenariato > Giardino senza frontiere. Una scuola per lo slivuppo di competenze chiave (...) > Schede Pedagogiche > 19 Diverse, come due gocce d’acqua

19 Diverse, come due gocce d’acqua
martedì 13 Novembre 2018
Version imprimable de cet article Versione stampabile

JPEG - 43.4 Kb

PROGETTO
Comprendere l’importanza dell’acqua nella vita di ogni essere vivente.
Acquisire la consapevolezza, attraverso l’esperienza, che le gocce d’acqua provenienti da ambienti diversi - ma anche dallo stesso ambiente - sono solo apparentemente identiche e che c’è un’immensa micro-biodiversità nel suo interno.
Imparare a riconoscere i microrganismi che popolano le gocce d’acqua.

PUBBLICO
Questo percorso di lavoro è stato creato, redatto e testato all’Orto Botanico dell’Università di Granada, in Spagna, nell’ambito della mobilità di formazione e apprendimento del progetto, dal 16 al 20 ottobre 2018,da:
- Insegnanti partecipanti al progetto europeo, per la formazione "peer-to-peer",
- 10 studenti della Joao de Deus School Group School di Faro, Portogallo
- 2 giovani studenti dell’Associazione Acquamarina, Trieste, Italia.
Questa scheda pedagogica è stata utilizzata dagli studenti delle scuole superiori, dei licei e delle scuole superiori professionali che partecipano ai seminari organizzati dall’Orto Botanico di Padova, nell’ambito dell’offerta educativa che l’Orto offre quotidianamente a tutte le scuola, di ogni livello.

COMPETENZE CHIAVE
- Comunicazione nella lingua madre sia orale che scritta
- Competenze scientifiche
- Competenze sociali e civiche
- Imparare a imparare

JPEG - 61.3 Kb
JPEG - 54 Kb
JPEG - 40.5 Kb

OBIETTIVI
- Contribuire a una migliore comunicazione orale nella madrelingua, usando il linguaggio scientifico con precisione e accuratezza.
- Prendere appunti usando un linguaggio scientifico, strutturare una descrizione rigorosa per iscritto e attraverso schizzi.
- Comprendere autonomamente un protocollo di laboratorio, le consegne relative ai compiti da eseguire, il grado di precisione richiesto per eseguire l’esperimento.
- Acquisire familiarità con il microscopio, uno strumento che consente di vedere l’”infinitamente piccolo”.
- Sviluppare la capacità di presentare agli altri informazioni e dati acquisiti, per scambiare concetti e idee

GIARDINI ESPLORATI
- Orto Botanico di Granada – Spagna
- Orto Botanico di Padova – Italia

MATERIALE
- Piastre di Petri
- Microscopi e lame
- Pipette
- Schede descrittive dei microrganismi
- Matite e quaderni

SVILUPPO
Nel giardino di Granada "Carmen de los Martires"
Raccolta, negli stagni, dell’acqua da utilizzare in laboratorio.

All’università di Granada, in Spagna, seminario scientifico
In primo luogo, si impara a riconoscere i microrganismi che popolano l’acqua, che possono essere divisi in due categorie principali:
- Fitoplancton: comprende microrganismi autotrofi unicellulari e multicellulari, vale a dire che sintetizzano il cibo in modo autonomo.
- Zooplancton: sono microrganismi piuttosto eterotrofi, che possono essere unicellulari o multicellulari.
Osservazione di una goccia d’acqua al microscopio
- Mettere una goccia d’acqua raccolta negli stagni del giardino sulle piastre di Petri.
- Osservare ad occhio nudo (per capire che i microrganismi non sono visibili ad occhio nudo).
- Osservare con un microscopio dopo aver acquisito familiarità con lo strumento. Identificare visivamente le forme di vita che popolano la goccia d’acqua usando schede specifiche (semplificate e tratte da atlanti tematici). Gli studenti devono definire se si tratta di fitoplancton (organismi autotrofi), zooplancton o invertebrati (eterotrofi) e identificare la categoria tassonomica di appartenenza (ad es. Diatomee, larve di insetti, anellidi, ecc.)
Descrivere tramite testo, disegno, fotografia.
- Ogni studente riceve un foglio per descrivere e disegnare i microrganismi che osserva. Si scattano delle foto attraverso l’oculare con un telefono cellulare o una fotocamera digitale.
- Comunicazione dell’esperienza. Gli studenti presentano l’esperienza di laboratorio attraverso una discussione condivisa guidata dall’insegnante in cui vengono approfondite le definizioni dei termini scientifici. Ciò che viene osservato viene collegato e ricollocato nella catena alimentare.

Dopo il laboratorio, produzione di un documento che riassume le osservazioni
- Ogni studente produce un documento / rapporto con rappresentazioni grafiche, fotografie, disegni e una breve descrizione di tutte le osservazioni fatte al microscopio. Questo documento è arricchito dall’uso di altre fonti (testi, articoli scientifici, Internet) per acquisire informazioni sugli organismi (alimenti e / o usi medicinali, possibile tossicità, origine geografica).
- Questo documento diverrà parte di un taccuino personale. Potrà anche essere condiviso online, su un sito Web creato tramite lo strumento di Google Sites.

VALUTAZIONE
Misura la capacità dello studente di:
Padroneggiare la propria lingua madre scritta e orale
- Comunicare, riformulare oralmente ciò che si è compreso, usando un vocabolario appropriato per parlare di biologia vegetale
- Essere in grado di presentare il proprio lavoro e di sostenere le proprie scelte, basandosi sulla parola scritta
- Sapere come utilizzare la rappresentazione grafica come mezzo per comunicare i contenuti.

Sviluppare abilità scientifiche
- Saper osservare in profondità le caratteristiche di un micro (organismo) vivente e riconoscerne le strutture di base.
- Saper comunicare le caratteristiche importanti dell’organismo osservato usando i termini corretti.
- Sapere come utilizzare la rappresentazione grafica come mezzo per comunicare contenuti scientifici.
- Comprendere e usare correttamente il vocabolario scientifico che diverrà parte del vocabolario personale dello studente.
Sviluppare competenze tecnologiche _ Usare Internet per condividere informazioni, per eseguire ricerche bibliografiche.
Imparare a imparare
Scoprire come argomentare criticamente in merito a quanto è stato osservato.

Sviluppare abilità sociali e civili
- Comprendere l’importanza dei microrganismi per la vita sulla Terra e, in particolare, per la conservazione della biodiversità.
- Maturare una maggiore consapevolezza in relazione all’ambiente che ci circonda e all’importanza di preservarlo.

AUTORI
- Maria Cristina Villani, Barbara Baldan
- Orto Botanico di Padova, Italia

TRADUTTORE
Giuliana Corbatto
Association Acquamarina, Trieste, Italie

Commenti
    Non vi sono commenti

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)