Pays partenaires :

accueil site > Erasmus+ partenariato > Giardino senza frontiere. Una scuola per lo slivuppo di competenze chiave (...) > Schede Pedagogiche > 10 Piccola Fabbrica di Letteratura in giardino 2 – Haiku e Centone

10 Piccola Fabbrica di Letteratura in giardino 2 – Haiku e Centone
venerdì 7 Settembre 2018
Version imprimable de cet article Versione stampabile

JPEG - 43.4 Kb

PROGETTO
Lavorare sulla padronanza della lingua partendo da una “tavolozza” personale di parole elaborata esplorando un giardino.
- Haiku: combinare queste parole con il genere poetico haiku, una breve poesia nata in Giappone nel 17 ° secolo.
- Centone: scrivere secondo le regole di questo gioco letterario già molto popolare nel diciottesimo secolo nei Saloni, a partire da "pezzi selezionati" in letteratura e arti visive.

La nostra “Piccola fabbrica di letteratura” si basa sul lavoro di OULIPO, acronimo di “OUvroir de LIttérature Potentielle”. OULIPO è stato il progetto di una associazione internazionale di appassionati di letteratura fondata nel 1960 dallo scrittore Raymond Queneau e dal matematico François Le Lionnais alla quale si aggiunsero numerosi artisti come Italo Calvino o Georges Pérec.

PUBBLICO
Questi percorsi di lavoro sono stati sperimentati e redatti nei Giardini di Versailles e di Saint- Germain-en-Laye (Yvelines, Francia) con docenti europei, nell’ambito di una formazione”tra pari” per imparare a sviluppare le competenze chiave degli studenti.
Questi strumenti pedagogici sono stati utilizzati anche con altre tipologie di pubblico:
- Giovani studenti di 15 -18 anni in situazione scolastica di debolezza, partecipanti a una mobilità d’apprendimento al Giardino Botanico di Granada (Spagna)
- Giovani adulti di 18 – 25 anni della Missione Locale di Saint-Germain-en-Laye senza professione con esigenza di migliorare la propria qualificazione e le competenze chiave per un futuro inserimento nel mondo del lavoro.
- Allievi delle scuole elementari e medie della comunità di Saint-Germain Boucle de Seine, Francia

COMPETENZE CHIAVE
- Comunicazione nella lingua-madre
- Sensibilità ed espressione culturale
- Competenze legate alla formazione della persona

OBIETTIVI
- Scoprire e sperimentare delle tecniche che motivino la scrittura creativa
- Sviluppare le capacità ad esprimersi attraverso un arricchimento culturale e l’acquisizione di un repertorio tecnico nell’ambito della scrittura creativa
- Implementare situazioni di comunicazione in grado di ripristinare la fiducia in se stessi e la libertà di espressione

GIARDINI ESPLORATI
- Piccolo Parco del Castello di Versailles – Francia
- Parco del Castello di Saint-Germain-en-Laye
- Giardino Botanico di Granada - Spagna

MATERIALE
- Materiale per la scrittura: quaderni, matite
- Per gli Haiku: fogli e fiori profumati
- Per i Centoni: fotocopie di una scelta di testi e di opere d’ artisti sul tema del giardino, quaderno, forbice, colla, pastelli

SVILUPPO
Esplorazione sensoriale

JPEG - 552.6 Kb

Nel giardino, scegliere un luogo, dei fiori, un albero, ecc. che attiri l’attenzione: andare verso questi elementi naturali, osservarli e toccarli in modo da “appropriarsene”.

1- HAIKU
- Scrittura delle parole
Tenendo in mano la pianta, i fiori,ecc. lo studente annota su un foglio le 5 parole chiave suggerite dal senso della vista e poi da quello del tatto terminando con 5 parole chiave riferite all’olfatto.
Successivamente lo studente annota sullo stesso foglio dei verbi all’infinito, con la stessa dominante di suoni [m], [n], [l] … suoni morbidi. Al gruppo di studenti verrà prima chiesto quali consonanti siano "dolci" alle loro orecchie e quali siano "dure". Se gli studenti non sono d’accordo con le considerazioni espresse dagli altri, può derivarne un piccolo dibattito orale e il formatore fungerà da guida.
Ci sarà una costante alternanza tra percorso individuale e di gruppo al fine di comprendere il progresso degli altri. Si capirà anche che tutti possono proporre una risposta, nessuna delle quali è "cattiva".
- Scrittura dell’haiku
Una volta stabilito questo "database di parole", si propone agli studenti di scrivere un breve testo. L’haiku, presentato qui come semplice e correlato alle sensazioni, non sarà un ostacolo nemmeno per l’adulto con situazione linguistica fragile.
È prevista una produzione di 20/30 minuti individuali prima di fare ritorno al gruppo per la lettura. Questa condivisione dimostrerà all’adulto la ricchezza insospettata che ha in lui. La creazione finale mira a ridare fiducia, rinnovarla attraverso le parole e la poesia.
2 - CENTONE
Presentazione del “Centone” e delle sue regole: scegliere delle parti di poesia o di testo letterario e assemblarle per comporre un testo diverso. Il termine è di origine latina (cento) e si riferisce, in origine, a un tessuto fatto da pezzi "rattoppati".
- Centone verbale Utilizzare diversi testi da cui estrarre dei "pezzi selezionati". Montarli come in un "collage". Verificare che le parti si accordino e aggiungere eventuali termini di collegamento. Copiare le frasi per comporre un testo personale.
- Centone di Arti Visive

JPEG - 304.2 Kb
JPEG - 446.6 Kb
JPEG - 542.5 Kb
JPEG - 436.5 Kb
JPEG - 390.9 Kb
JPEG - 319.6 Kb

Partire dalla scelta di alcune opere da confrontare, in particolare in merito al problema dell’interpretazione del giardino e dei processi tecnici.
Sul modello del Centone verbale, tagliare dei “pezzetti scelti” d’immagini da assemblare e incollare su un supporto per creare una nuova opera originale.

ESTENSIONE
- Elaborare una raccolta poetica relativa all’haiku. Proporre di fotografare delle piante, di disegnarle o dipingerle (su base volontaria)
- Scrivere degli haiku su foglie secche in autunno. Prevedere una performance in un giardino per disperdere nell’aria tutti i "manoscritti vegetali". Realizzare un "erbario di calligrafia haiku su foglie d’autunno"
Vedere l’erbario realizzato dagli allievi della scuola media Marcel Roby di Saint-Germain-en-Laye
Vedere i Centoni realizzati dai docenti nei giardini di Saint-Germain-en-Laye e di Versailles
Vedere i Centoni realizzati dagli allievi della Scuola Elementare André Bonnenfant di Saint-Germain-en-Laye

VALUTAZIONE
La valutazione misura la capacità del pubblico di:
- Padroneggiare la propria lingua-madre orale e scritta: recuperare oralmente e in forma scritta il campo lessicale scoperto relativo al giardino, costruire haiku e Centoni rispettando le regole sintattiche, riutilizzare questi procedimenti di scrittura letteraria in altre situazioni.
- Sviluppare la propria sensibilità e la propria espressione culturale:acquisire le proprie chiavi per la “lettura” delle opere d’arte, dal punto di vista delle tecniche utilizzate, accrescere il proprio interesse per gli artisti incontrati e le loro opere.
- Sviluppare le proprie competenze sociali e umane: dialogare con gli altri, dibattere, ritrovare fiducia in se stessi.

AUTORI Alexandra Koszelyk, docente di scuola media, scrittrice e formatrice in Lettere Aline Rutily, saggista, artista di Arti Visive e formatrice in Arti Plastiche dell’Associazione “Paysage et patrimoine sans frontière”, Saint-Germain-en-Laye, Francia

TRADUTTORE
Giuliana Corbatto
Association Acquamarina, Trieste, Italie

Commenti
    Non vi sono commenti

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)