Pays partenaires :

accueil site > Erasmus+ partenariato > Giardino senza frontiere. Una scuola per lo slivuppo di competenze chiave (...) > Schede Pedagogiche > 5 Piccola Fabbrica di Letteratura in giardino 1. Dall’esplorazione (...)

5 Piccola Fabbrica di Letteratura in giardino 1. Dall’esplorazione sensoriale alla “tavolozza delle parole”
mercoledì 5 Settembre 2018
Version imprimable de cet article Versione stampabile

JPEG - 43.4 Kb

PROGETTO Nel nostro progetto di scrittura, l’obiettivo è quello di utilizzare il lavoro di OULIPO per stimolare l’immaginazione letteraria di un pubblico “fragile”, "liberandone la parola" attraverso attività di arte visiva da raccogliere in un "taccuino" dedicato al giardino. Il giardino è il territorio per l’immaginario letterario in cui creare una "tavolozza di parole", un inventario poetico sviluppato a seguito di un approccio sensoriale al giardino.

PUBBLICO
- Questo percorso di lavoro è stato sperimentato e redatto nella Quinta Jardim do Lago di Funchal (Arcipelago di Madera, Portogallo) con dei docenti europei, nell’ambito di una formazione “tra pari”.
- Questo strumento pedagogico è stato utilizzato anche con diverse tipologie di pubblico: giovani della Mission Locale, allievi di scuole materne, elementari e medie della comunità di Saint-Germain Boucle de Seine.

COMPETENZE CHIAVE
- Padronanza della lingua-madre orale e scritta
- Sensibilità ed espressione culturale
- Competenze sociali e civiche

OBIETTIVI
- Contribuire a una migliore padronanza della lingua motivando la scrittura attraverso l’utilizzo di strumenti di percezione visiva del giardino. La “palette” di parole costituirà il terreno fertile per creare piccoli testi scritti su “carnet de jardin” individuali o collettivi.
- Dare fiducia, favorire delle situazioni in cui l’allievo prenda il coraggio per esprimersi individualmente partendo dall’esplorazione del giardino.
- Sviluppare delle competenze sociali lavorando in coppia: dialogare con un’altra persona, recitare o leggere il proprio “ inventario poetico” del giardino.

GIARDINO ESPLORATO
- La Quinta Jardim do Lago di Funchal (Arcipelago di Madera, Portogallo)
- I giardini di Saint-Germain-en-Laye

MATERIALE
Specchi, cornici, caleidoscopi, macchine fotografiche, quaderni e matite

SVILUPPO
Innanzitutto si dovranno collocare le attività proposte nell’ambito della storia della letteratura contemporanea.
Questa “Piccola fabbrica di letteratura” si basa sul lavoro di OULIPO, acronimo di “OUvroir de LIttérature POtentielle». OULIPO è stato il progetto di una associazione internazionale di appassionati di letteratura fondata nel 1960 dallo scrittore Raymond Queneau e dal matematico François Le Lionnais alla quale si aggiunsero numerosi artisti come Italo Calvino o Georges Pérec.

1 - Associare delle parole alle percezioni
Gli allievi sono invitati, a gruppi di due, ad esplorare il giardino, le sue texture, i suoi colori e di esprimersi spontaneamente attraverso delle parole ispirate dalle sensazioni ricevute.

Vengono proposti diversi strumenti:
- la cornice

JPEG - 131.4 Kb
JPEG - 138 Kb

Consente di esplorare il giardino inquadrando, per meglio percepirli, i diversi dettagli delle texture, i colori, i materiali e di esprimere spontaneamente le percezioni attraverso parole da annotare, creando così una “palette verbale” partendo dall’esplorazione del giardino stesso.

- lo specchio

JPEG - 156.2 Kb
JPEG - 147.2 Kb
JPEG - 211 Kb

Arricchire la “palette verbale” attraverso l’uso di un nuovo strumento di inquadratura che metta in evidenza i dettagli. Fotografare questi dettagli permette di introdurre nuove manipolazioni per meglio catturare le immagini. Queste manipolazioni costituiscono nuove situazioni di dialogo e scambio verbale.

- il caleidoscopio

JPEG
JPEG - 237.5 Kb
JPEG

Questo strumento permette di trasformare i dettagli osservati ripetendoli, come i motivi di un tessuto. I dettagli appaiono in modo diverso a seconda delle manipolazioni (girando il caleidoscopio, camminando con lui …). Il caleidoscopio, strumento particolarmente ludico, permette di arricchire la “palette verbale” del giardino soprattutto perchè è possibile catturare le immagini prodotte, con fotografie e filmati.

2 - Comunicare in merito alla “tavolozza verbale del giardino”. Dare voce alle parole scelte.
Gli allievi sono invitati a una lettura possibilmente “teatralizzata” delle loro parole, in uno spazio scelto del giardino. L’appropriazione del giardino passa quindi attraverso il linguaggio verbale e gestuale.
Le immagini realizzate e le parole utilizzate consentono di prendere coscienza della "tavolozza dei colori" per "raccontare" il giardino, esprimendo la profusione, la varietà e la luminosità dei colori delle piante. Questo lessico viene arricchito da letture di testi letterari, poetici e scientifici (ad esempio elencando i nomi delle piante osservate nel giardino).

ESTENSIONE
Con allievi delle scuole materne e primarie nel “Giardino Effimero” realizzato nel Jardin des Arts a Saint-Germain-en-Laye, dall’Associazione Paysage et patrimoine sans frontière, con l’aiuto dei giovani della Mission locale, del “Lycée Agricole” e della città.
- Riutilizzare, in forma scritta, la “palette verbale del giardino” rispettando le regole dell’ortografia
- Costruire un Libro del Giardino personale nel corso di tutto l’anno, a partire dai testi, dai disegni e dalle fotografie
- Disegnare, nell’ambito del giardino, il dettaglio preferito con dei pastelli
- Riproporre la trama, la trasparenza del vegetale attraverso la pittura e il collage.
La scatola di gessetti o pastelli colorati consente di affinare la percezione. Gli allievi sono invitati a riunire le tonalità contenute nella scatola in relazione agli elementi osservati nel giardino utilizzando i nomi dei colori conosciuti e quelli da scoprire nella scatola dei colori.

Vedere la sperimentazione di questa scheda pedagogica presso la scuola materna Alsace di Saint-Germain-en-Laye

JPEG JPEG JPEG
JPEG JPEG JPEG
JPEG JPEG JPEG

Vedere il testo collettivo elaborato alla scuola materna Giraud Teulon, Saint-Germain-en-Laye, nella classe della Sezione Media di Sylvaine Bourrat
L’insieme dei Carnet sarà oggetto di una esposizione presso l’Espace Véra e al Théâtre Alexandre Dumas, Saint-Germain-en-Laye, nel giugno 2019.

Vedere l’esposizione

VALUTAZIONE
Misurerà la capacità degli allievi di:
- Padroneggiare la propria lingua madre orale e scritta per riprodurre oralmente e per iscritto il campo lessicale relativo al giardino, arricchendolo in modo da poter costruire i testi di un "quaderno del giardino" nel rispetto delle regole ortografiche
- Sviluppare le proprie competenze sociali: dialogare con gli altri, comunicare il proprio “inventario del giardino”
- Sviluppare la propria sensibilità e la propria espressione culturale: costruire il proprio “inventario personale del giardino” con parole e fotografie, riutilizzandole, divenendo degli estimatori dei testi, dei dipinti realizzati nel giardino, risorse d’ispirazione per molti altri autori e artisti.

AUTORE
Aline Rutily
Associazione Paysage et Patrimoine Sans Frontière, Saint-Germain-en-Laye, Francia

TRADUTTORE
Giuiana Corbatto
Association Acquamarina, Trieste, Italie

Commenti
    Non vi sono commenti

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)