Pays partenaires :

accueil site > Erasmus+ partenariato > Cammini del Blu in Europa > Storie blu > La sperimentazione delle schede pedagogiche danno il via all’integrazione (...)

La sperimentazione delle schede pedagogiche danno il via all’integrazione sociale
martedì 6 Febbraio 2018
Version imprimable de cet article Versione stampabile

JPEG - 425.5 Kb

La sperimentazione delle schede pedagogiche connesse con il nostro Progetto europeo “Les chemins du bleu en Europe” ci ha imposto una serie di importanti riflessioni sulla loro utilità e fruibilità. Dobbiamo dire che a valutazioni interessanti riguardanti l’odierno, se ne sono affiancate altre che indubbiamente offrono prospettive diverse di grande valenza culturale e sociale. Una fiche pédagogique ha infatti una sua “fruibilità immediata” da parte di quanti sono interessati ad accedervi, ma ha senz’altro una “fruibilità mediata”, poiché essa può fungere da innesco e supporto per tante altre attività che si svolgono sul territorio.

A Montecchio Emilia è in atto già da due anni, a cura del Servizio Sociale Territoriale, un’attività di integrazione dedicata alle donne straniere e ai loro figli che fin da subito ha ottenuto un notevole successo (24 donne partecipanti). Gli incontri settimanali del martedì si sono svolti da ottobre a maggio. Nel 2018 il progetto “Io parlo italiano” raddoppia estendendo gli incontri anche al venerdì mattina.

JPEG

La “Università popolare La Sorgiva” aveva dato il via già nell’aprile 2016 ad un’attività di integrazione, che si è estrinsecata in un momento di “Dolci scambi culturali”, come recita la fiche pédagogique sperimentata in collaborazione con il Centro Diurno Comunale di Montecchio e altre Istituzioni del territorio. In tale “dolce” occasione si è potuto valutare in concreto la validità del poter collaborare con altri Enti che vantano una dimensione territoriale più ampia che non la singola associazione.
Fra i partecipanti (adulti di Montecchio, giovani donne straniere, i loro figli, gli anziani del Centro Diurno) i giovani ragazzi stranieri hanno goduto dell’opportunità di offrire dolci ai loro insegnanti e tutor scolastici. Nello svolgimento della fiche “Un libro dentro di me” le giovani donne straniere partecipanti hanno potuto senz’altro sviluppare le competenze linguistiche, ma anche vivere momenti intensi e partecipati emotivamente; esse hanno raccontato agli anziani del Centro Diurno storie relative al loro vissuto personale, compartecipando ricordi, sensazioni, sentimenti legati ai loro territori di provenienza (Senegal, Ghana, Burkina Faso).
Le considerazioni che scaturiscono dalle attività svolte sono molto positive, soprattutto da parte delle donne straniere che si sono mostrate ben liete di poter travalicare in qualche modo l’ufficialità di un “Corso di lingua italiana per stranieri”. Molte hanno sottolineato che sentirsi ascoltate ha prodotto un reale momento di integrazione, che non hanno percepito nessuna freddezza nei rapporti umani né tantomeno un ergersi di barriere.
Gli anziani a loro volta hanno vissuto una situazione stimolante in questa occasione, ma anche in altre: alcuni formatori de l’Università La Sorgiva li hanno guidati in una attività di Art Postal per loro molto gratificante. Ad essa erano presenti anche giovani stranieri attuando un contatto fra generazioni diverse positivo e foriero di sviluppi.
Sono proprio tali considerazioni che a nostro parere valorizzano e danno prospettiva alle fiches pédagogiques realizzate. Esse devono fungere da vero e proprio innesco di tante ulteriori attività che, concordate con gli attori e nell’interesse primario dei fruitori concorrano alla progettualità dell’integrazione sociale in una visione multietnica e globale della società.

Luciana Di Nisio, Università Popolare La Sorgiva, Montecchio Emilia, Italia

Commenti
    Non vi sono commenti

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)